Home > Automotive > 4x4 > Nicola Dutto e la Baja 1000: un sogno che si avvera

Nicola Dutto e la Baja 1000: un sogno che si avvera

Dallo headquarter di Scorpion Bay ad Albino (BG) Nicola Dutto ha presentato il progetto “Baja 1000 – Entre el polvo y las estrellas”, la gara della Baja California alla quale prenderà parte dal 17 al 20 Novembre a bordo di un buggy Polaris Razor Rzr 800.

Segnato da un grave incidente, Nicola Dutto ha mostrato una volontà di ferro e tanta voglia di reagire. È passato solo un anno da quel tragico 10 Marzo che ha costretto Nicola a cambiare la prospettiva con cui guardare le cose: uno schianto in moto a 150 km/h sul greto del Tagliamento, la vita appesa ad un filo, mesi e mesi di ospedale, la nuova vita sulla sedia a rotelle.

Sono cambiate tante cose, tante cose ma non Nicola che non ha mai smesso di credere nei suoi sogni e nella sua passione. Così, a poco più di un anno dalla svolta, è già in pista per realizzare quel sogno cullato per  anni e che doveva concretizzarsi proprio un anno fa.

La Baja 1000, la desert race più dura e famosa al mondo, quella che per Nicola si corre “entre el polvo y las estrellas”, tra la polvere e le stelle, respirando quell’atmosfera che solo in Baja California si può vivere.

Ma questa volta niente più in moto, un mezzo speciale, diverso e più adatto, Nicola correrà con il Polaris RZR 800, un buggy appositamente modificato per renderlo adatto alle sue esigenze. Correrà il Campionato Italiano Baja e alcune baja in Spagna per mettersi alla prova e ritrovare il feeling con la gara.

Con l’obiettivo di arrivare a Ensenada, Dutto partirà in una delle gare in cui lo schierarsi al via è quasi una vittoria in classifica, ma già un trionfo su se stessi. La Baja 1000 è una di queste, ma per uno come Nicola, porsi degli obiettivi è naturale: il suo è quello di non andare oltre le 20 ore per percorrere le 850 miglia del tracciato, tra il caldo e la polvere del giorno, il buio e la solitudine della notte.

Scorpion Bay supporterà ancora la gara di Nicola: “Non c’è sogno senza una vera passione alle spalle. La Baja California è la nostra terra di riferimento – ha spiegato Lucio Mistir, titolare di Gipsy azienda proprietaria del marchio Scorpion Bay – ci siamo stati una prima volta nel 2003, fu un viaggio avventuroso, come avevamo sempre sognato. Nel 2007 ci tornammo con Nicola e con lui abbiamo condiviso l’amore per questi luoghi. Nel 2010 volevamo correre la Baja 1000 con Nicola. Bene, abbiamo rinviato di un anno il suo sogno e ora, nel 2011, siamo pronti per affrontare questa bellissima avventura insieme”.



Print Friendly, PDF & Email