Home > DueRuote > Moto > MotoGp: Pedrosa sfata il tabù di Le Mans e vince in solitaria

MotoGp: Pedrosa sfata il tabù di Le Mans e vince in solitaria

Il solito gesto da campione che ti aspetti da uno come lui. Con gara bagnata parte in sesta posizione recupera e si aggiudica il Gran Premio su Crutchlow e Marquez, diventando leader del mondiale. Male le Yamaha di Lorenzo e Rossi, rispettivamente settimo e dodicesimo

copertina1

Le Mans ore 14.00. Semaforo rosso, si parte con assetto per gara bagnata, in pole position si posiziona Marquez (Honda) con Lorenzo (Yamaha) e uno straordinario Dovizioso su Ducati in terza posizione. Rossi (Yamaha) settimo subito dietro Pedrosa; in seconda fila sfilano Crutchlow (Yamaha) e Bradl (Honda). Allo scoccare della partenza si porta subito al comando, come un razzo, Dovizioso con la rossa di Borgo Panigale che comanda subito la gara seguito da Lorenzo. Pedrosa lancia la sua solita partenza sprint piazzandosi in terza posizione tallonando il rivale spagnolo; mentre Marquez parte male, facendo pattinare eccessivamente la posteriore e viene sorpassato da cinque piloti ritrovandosi incredibilmente nelle retrovie. Dovizioso tiene duro per i primi giri ma viene passato da Pedrosa che precedentemente supera Lorenzo apparso in difficoltà. Valentino recupera posizioni e si porta quarto dietro al compagno di squadra. La gara sembra dominata dal solo centauro del team Repsol ma un piccolo errore lo porta fuori; il “Dovi” sfrutta il momento e passa nuovamente al comando: da qui in poi è una battaglia fra i due vinta, purtroppo, dallo spagnolo. Dietro di loro Lorenzo perde posizioni arrivando settimo. Rossi, nel tentativo di sorpassare la Ducati di Dovizioso, scivola mentre era in lotta per la seconda posizione, trovando un malinconico dodicesimo posto qui, sul tracciato Bugatti. dovi - crutchlowTutto a vantaggio dell’ottimo Crutchlow che, nonostante corresse con una microfrattura alla rotula per la caduta del giorno precedente, tiene duro e si presenta sul secondo gradino del podio. Dietro di lui “il piccolo diavolo” Marquez che al primo “impatto” su questo circuito e per giunta con l’asfalto bagnato, fa un capolavoro di rimonta arrivando terzo e se non fosse stato attardato per due giri da Lorenzo forse sarebbe arrivato anche secondo… Peccato per il nostro Dovizioso con la Ducati relegato in quarta posizione per via del consumo delle gomme.

Emozioni in pista sul bagnato

La gara è stata decisamente avvincente piena di colpi a sorpresa, come noi avevamo pronosticato. Il meteo sempre molto incerto su questa zona della Francia ha aiutato, sicuramente lo spettacolo. Ma il massimo lo ha realizzato Pedrosa che ci ha regalato una performance da vero campione tenendo duro dall’inizio alla fine e guidando in modo molto coraggioso. Forse il soprannome di “camomillo”, che alcuni colleghi hanno dato a questo piccolo pilota, sia ora da dimenticare. copertina2Pedrosa ha vinto su gara bagnata dove lui ha sempre un po’ ostentato e duellando corpo a corpo, trovando finalmente quella maturità che ci si aspetta da un campione con la sua classe. Bene anche la Ducati di Dovizioso apparso in grande miglioramento soprattutto per la terza posizione in griglia di partenza. Il team Yamaha deve cercare di migliorare velocemente la sua M1 altrimenti il divario con le Honda Repsol sarà decisamente difficile da colmare.

Marc Marquez

È stata durissima, soprattutto all’inizio con la pista molto bagnata. All’inizio ho fatto un grave errore con le gomme che scivolavano, ma ho imparato in fretta. marquezForse ho sbagliato nel cercare di spingere troppo e così ho fatto molti errori”. “Poi poco a poco il feeling che avevo nel warm-up è tornato, ma non mi aspettavo di essere sul podio. Alla fine ho anche visto Cal nell’ultimo giro ma ho pensato che oggi era sufficiente la terza posizione…”. 

Pace fatta… ma in pista?

Sembra tutto risolto tra i due spagnoli, la stretta di mano di Le Mans pare aver risolto ogni divergenza… ma in pista è tutta un’altra musica, anche se il “piccolo diavolo” Marc si è fatto rivedere dalle parti del rivale e questa volta senza contatto! pace Lorenzo-MarquezNon sono da escludere comunque bagarre all’ultima staccata tra i due campioni nelle prossime gare.

Intanto, il prossimo gran premio si terrà il 2 giugno in Italia sul circuito del Mugello. L’augurio – scontato – è che i piloti italiani, Vale in testa, ci diano soddisfazione…!

Stefano Rondinelli

 

 

 

ordinearrivo taglio

girls2

girls1classificheMondiali taglio

Print Friendly, PDF & Email