Home > DueRuote > Moto > Superbike: l’Italia accoglie il quarto round sul circuito di Monza

Superbike: l’Italia accoglie il quarto round sul circuito di Monza


Sbarca nella nostra penisola il mondiale delle derivate di serie. Si corre il Gran Premio D’Italia che si tiene a Monza nel week-end dell’11-12 maggio

girls

È quasi tutto pronto nell’Autodromo di Monza. I Team del mondiale Superbike stanno per traslocare nei box e nel paddock pronti a regalare una nuova e avvincente gara su un circuito che risulta essere il più veloce del mondiale. Quindi è dovere chiedersi quali moto e piloti siano favoriti o meno; analizziamo ora quali aspettative e statistiche rendono avvincente l’attesa per questo nuovo round italiano.

Aprilia

box aprilia

La casa di Noale gioca finalmente in casa e Monza è una pista che conosce decisamente bene. La RSV4 è la moto più performante del momento e lo dimostra soprattutto il fatto di essere leader del mondiale in entrambe le classifiche, piloti e costruttori. La pista sembra essere fatta per questa moto, infatti, ha collezionato ben 4 vittorie e 3 pole position grazie sia alla grande velocità che all’ottima coppia formata da Laverty e dal nostro Max Biaggi, quest’ultimo ritiratosi e sostituito dal francese Sylvain Guintoli. Il box Aprilia verrà guardato con molta attenzione dai suoi tifosi ed è quasi un dovere aspettarsi un dominio su questo tracciato.

Ducati

ducati

Sorte decisamente opposta per la casa di Borgo Panigale che ha sempre ottenuto scarsi risultati in questo circuito. La causa è da imputare al tipo di propulsore che adotta Ducati, dove il bicilindrico è un motore che ha una velocità di punta decisamente più bassa rispetto agli avversari tutti forniti di un quattro cilindri. La nuova 1199 Panigale, però, forse può offrire qualcosina in più rispetto alle precedenti sorelle vantando una velocità di punta decisamente migliorata, anche se le ultime gare hanno evidenziato dei problemi in percorrenza di curva rispetto alle attuali concorrenti. Si spera che il Team Ducati Alstare riesca a risolvere presto questo inconveniente. Di certo possiamo affermare che questa Casa ci ha abituato a gloriose vittorie e una Ducati in questi tre round è mancata molto ai suoi tifosi. E non solo…

BMW

bmw

Il team tedesco deve assolutamente riscattare la brutta figura subita nel precedente Gran Premio di Assen dove dei guasti tecnici hanno complicato la vita ai suoi due piloti Chaz Davies e Marco Melandri. La pista è adatta alla potentissima S1000RR moto che vanta un’elevata tecnologia e potenza. Lo scorso anno ottenne un podio nell’unica gara disputata (Gara 2) con Leon Haslam che arrivò dietro a Sykes (Kawasaki) in una gara dalle condizioni climatiche decisamente impossibili. Unico altro podio risale al 2011 con un terzo posto di Troy Corser. Considerando che la pista è favorevole alla moto, i due piloti BMW dovranno gioco forza ottenere ottimi risultati per non perdere il distacco dalle lanciatissime Aprilia.

Kawasaki

Kawasaki

È considerata ormai la prima Casa del sol levante (almeno in questo mondiale); negli ultimi due anni è migliorata tantissimo e qui a Monza lo scorso anno Tom Sykes centrò la sua prima vittoria. Il box Kawasaki è pronto ad un’altra gara importante dove il morale è alle stelle vista l’ottima performance ottenuta nell’ultima gara di Assen ottenendo pole-position, una vittoria in Gara 1 e due podi in Gara2, migliorando di molto la sua classifica e posizionandosi a ridosso delle Aprilia. La moto permetterà sicuramente una prestazione di altissimo rilievo in quanto è tra le più potenti quattro cilindri presenti, e quindi tutto fa ben sperare per raggiungere un ottimo risultato.

Honda

Honda

La casa di Tokyo non sembra per ora aver trovato il bandolo giusto della matassa; tra le quattro cilindri risulta essere tra le più lente e la meno aggiornata. Lo si è notato soprattutto nel Gran Premio d’Olanda, una gara che possiamo definire di casa, dove il team che gestisce le moto giapponesi risiede vicino al circuito di Assen. Gli anni precedenti il britannico Jonathan Rea ci ha sempre abituato a grandi vittorie invece quest’anno ha ottenuto solo un secondo posto che non aiuta di molto la classifica. C’è da dire, però, che la Casa nipponica è orfana dell’altro centauro, altrettanto velocissimo, Leon Haslam vittima di un grave incidente e costretto ad un’operazione per la rottura della tibia; in questo circuito il pilota britannico ottenne sempre degli ottimi piazzamenti. Ci mancherà sicuramente e cogliamo l’occasione per augurargli una buona e rapida guarigione. Verrà sostituito dal giapponese Kousuke Akiyoshi, attualmente impegnato nell’All Japan Superbike, una competizione che lo vede in testa alla classifica e vincitore delle edizioni 2010 e 2011.

Suzuki

suzuki

Le moto della casa di Hamamatsu sono gestite dal team inglese Fixi e purtroppo sono il fanalino di coda di questa Superbike. Almeno finora non hanno avuto un gran supporto dalla Casa madre, quindi rimane spesso la moto più difficile da gestire soprattutto per una elettronica poco sviluppata. In più deve lottare anche con la non splendida forma di Leon Camier reduce da un infortunio al ginocchio che potrebbe un po’ compromettere la sua gara. L’altro pilota Jules Cluzel sembra migliorare gara dopo gara. Vista la buona potenza del motore Suzuki, e visto il tipo di tracciato, si spera in una gara migliore rispetto alle precedenti.

girls1

I tifosi italiani possono sperare in una gara emozionante, non una novità per questa categoria!

Azzardato, comunque, fare pronostici. In passato siamo stati spettatori di capovolgimenti di fronte del tutto inaspettati. E soprattutto su questo tracciato… insolito per le moto, emozionante per chi le osserva.

Stefano Rondinelli

 

 

SBK [Italia] Monza 12 maggio 2013

piantinacircuito

Venerdì 10 maggio 2013

Prove libere : ore 11.45

Qualifiche: ore 15.30

Sabato 11 maggio 2013

Qualifiche: ore 09.45, Diretta Italia 2

Prove Libere: ore 12.30, Diretta Italia 2

Superpole (1): ore 15.00, Diretta Italia 1 e Italia 2

Superpole (2): ore 15.20, Diretta Italia 1 e Italia 2

Superpole (3): ore 15.40, Diretta Italia 1 e Italia 2

Domenica 12 maggio 2013

Warm-up: ore 09.20, Diretta Italia 2

RACE 1: ore 12.00, Diretta Italia 1 e Italia 2

RACE 2: ore 15.30, Diretta Italia 1 e Italia 2

 

 

Print Friendly, PDF & Email