Home > Automotive > Accessori & Tuning > ANIASA: L’auto aziendale tiene

ANIASA: L’auto aziendale tiene

Invariato il giro d’affari per le auto aziendali nel 2012, ma scendono le immatricolazioni 

DSCN7257

Il rapporto annuale sullo stato di salute del comparto auto aziendale stilato da ANIASA – l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici di Confindustria – mette in luce aspetti contraddittori, ma tutto sommato positivi in relazione alla crisi economica.

Niente perdite

Nel 2012, con non poca sorpresa, il settore del noleggio veicoli a breve e lungo termine mantiene intatto il proprio giro d’affari intorno ai 5 miliardi di euro con un parco circolante di 670.000 veicoli, ma con immatricolazioni che perdono un -15%, dalle 302.332 del 2011 a 256.596. Nei primi tre mesi del 2013 gli indicatori mostrano segnali incoraggianti, con una crescita del fatturato e della flotta circolante, ma un deciso calo delle immatricolazioni di veicoli che perdono oltre 10mila unità (-17,8%).

La posizione dell’ANIASA

Il presidente Paolo Ghinolfi, ha commentato così la situazione attuale: “La crisi dei mercati internazionali tocca anche il settore dell’auto aziendale e del noleggio veicoli. Occorre rivedere la fiscalità sull’auto aziendale: le imprese italiane sostengono oggi costi superiori ai competitor europei che ne minano la competitività. Agendo sulla leva fiscale il Governo riuscirebbe a liberare risorse finanziarie per le aziende, rimettere in moto il mercato dell’auto oggi in crisi e, nel medio periodo, garantirebbe maggiori entrate anche alle Casse dello Stato”.

Redazione Motori360

 

 

Print Friendly, PDF & Email