Home > DueRuote > Moto > Mondiale Superbike: domenica il Gran Premio d’Olanda

Mondiale Superbike: domenica il Gran Premio d’Olanda

I team in gara pronti alla sfida sul circuito di Assen il 28 aprile

Si avvicina il terzo round del Mondiale Superbike 2013. Diamo un’occhiata ai box e ai protagonisti che si preparano a scendere in pista…

Aprilia

La casa di Noale arriva in Olanda in testa alla classifica sia piloti che costruttori, quindi è lecito chiedersi come si comporteranno i suoi centauri. Sylvain Guintoli, leader del mondiale, ottenne qui la sua prima vittoria in Gara 1 e un secondo posto in Gara 2. Quest’anno arriva ad Assen con un cambio di sella importante passando da un team satellite (Ducati) ad un team ufficiale (Aprilia). Il suo compagno di squadra Eugene Laverty, invece, ha collezionato nel 2012 un terzo e settimo posto, e arriva con una grande voglia di riscatto visto il flop ottenuto nella recente gara di Aragón. Michael Fabrizio qui ad Assen ottenne il suo primo podio in carriera classificandosi terzo nel 2006 ma in seguito non è mai stato in grado di ripetersi. Il destino ha unito Davide Giugliano nella stessa sorte, ottenendo anche lui il primo podio in Superbike nel 2012. Il centauro del team Althea viene comunque dall’ottima gara di Aragón dove ha ottenuto un valido quarto posto in Gara 2.

Ducati

Sarà la pista del riscatto? Dopo un avvio strabiliante a Philip Island, dove Checa ottenne la pole con un tempo record, ad Aragón andò decisamente male. Le moto di Borgo Panigale non sono andate oltre l’ottavo posto, complice una pista non del tutto adatta alle bicilindriche Ducati, ma anche a degli evidenti problemi di assetto della moto. Stessa sorte per il compagno di squadra Badovini entrambi costretti, nello scorso week-end sulla pista di Jerez, a dei extra test per consentire a tecnici di migliorare la messa a punto della nuova 1199 Panigale. La gara olandese potrebbe quindi essere un’occasione per riscattare Aragón visto che Checa ottenne su questo tracciato una vittoria e quattro podi.

BMW

La Casa bavarese approda in Olanda da dominatrice della gara spagnola con la doppia vittoria del nuovo pilota Chaz Davies. Su questa pista l’anno precedente non ebbe molta fortuna ritirandosi in entrambe le gare. Andò meglio nel 2011 quando Davies vinse la gara in Supersport e fu quarto nel 2010. Circuito decisamente stregato per Marco Melandri dove in Superbike non è mai riuscito a salire sul podio finendo quarto in due delle quattro gare corse qui. L’anno scorso fu protagonista di una caduta in Gara 1 proprio quando era al comando della gara. Macho ha corso ad Assen sia in MotoGp che in 250 e il risultato migliore è nel lontano 2002 quando realizzò pole e vittoria davanti ad Elias e Rolfo.

Kawasaki

La Casa giapponese si presenta quest’anno come vice campione del Mondo; fino ad ora ha ottenuto solo qualche podio. Sfortunato su questo tracciato Tom Sykes che qui ad Assen ha realizzato solo un quarto posto nel 2009 quando era pilota Yamaha. Lo scorso anno invece con la Kawasaki, Sykes partì dalla pole position ma una rottura del radiatore in Gara 1 mentre era al comando della gara, costrinse il centauro inglese al ritiro; in Gara 2 ottenne un sesto posto per via di un assetto sbagliato della moto.

Honda

Il team Ten Kate Honda gioca in casa essendo un team olandese con supporto della Casa nipponica da ufficiale. La pista di Assen è decisamente la gara di casa dove Jonathan Rea è al terzo posto per vittorie in questo circuito, dietro nomi del calibro di Carl Fogarty che vinse dodici gare e Troy Bayliss che ne conquistò sei. Rea conquistò qui la sua prima vittoria in Superbike nel 2010 realizzando una doppietta, in seguito si aggiudicò Gara 1 nel 2011 e Gara 2 lo scorso campionato.

Suzuki

La casa di Hamamatsu è l’unica che negli ultimi anni non ha avuto successi e soprattutto molte delusioni in questa pista. Lo scorso anno sia Camier che Hopkins si ritirarono in Gara 1 e collezionarono in Gara 2, rispettivamente un quattordicesimo posto ed un undicesimo. La Suzuki arriva ad Assen anche con le “ossa rotte”, visto che  Leon Camier infortunato non si sa ancora se riuscirà a prendere parte alla gara. Le speranze sono probabilmente puntate su Cluzel che ha ottenuto un discreto sesto e settimo posto nella precedente gara di Aragón.

La gara, ancora una volta, promette adrenalina. Molti possono aspirare e meritare la vittoria. Domenica sarà il giorno del riscatto per qualcuno o della conferma del podio  per qualcun altro? Assen ci darà una – sicuramente – spettacolare risposta…

 

Stefano Rondinelli


 

 

SBK [Olanda] Assen 28 aprile 2013

 


 

 

Venerdì 26 aprile 2013

ore 11.45, Superbike, Prove libere 1

ore 13.45, Supersport, Qualifica 1

ore 15.30, Superbike, Qualifica 1

Sabato 27 aprile 2013:

ore 9.45, SuperBike, Qualifica 2, diretta Italia 2

ore 10.45, SuperSport, Prove Libere 2, diretta Italia 2

ore 12.30, Superbike, Prove libere 2, diretta Italia 2

ore 15.00, SUPERBIKE – SUPERPOLE, diretta Italia 1 e Italia 2

ore 16.05, Supersport, Qualifica 2, diretta Italia 2

Domenica 28 aprile 2013:

ore 9.20, Superbike, Warm-up, diretta Italia 2

ore 9.50, Supersport, Warm-up, diretta Italia 2

ore 12.00, SUPERBIKE – GARA 1, diretta Italia 1

ore 13.30, Supersport, Gara

ore 15.30, SUPERBIKE – GARA 2, diretta Italia 1

 

 

Print Friendly, PDF & Email