Home > Automotive > Mazzanti Evantra

Mazzanti Evantra

Una supercar italiana fatta in casa da oltre 700 cv. Ne producono solamente 5 l’anno

  • mazzanti-evantra-0
  • mazzanti-evantra-1
  • mazzanti-evantra-2
  • mazzanti-evantra-3
  • mazzanti-evantra-4
  • mazzanti-evantra-5
  • mazzanti-evantra-6
  • mazzanti-evantra-7
  • mazzanti-evantra-8
  • mazzanti-evantra-9
  • mazzanti-evantra-910

 

Di aziende italiane produttrici di supercar ce ne sono molte più di quanto si possa credere. Non solo Ferrari, Maserati e Lamborghini, dunque, ma anche Pagani, tanto per restare in terra d’Emilia. Oppure, spostandosi verso il mar Tirreno, più precisamente in quel di Pontedera (PI) a due passi dalla Piaggio, ecco una piccola casa automobilistica denominata Mazzanti Automobili capace di progettare un modello ipersportivo chiamato Evantra e in grado di rivaleggiare con vetture del calibro di Aventador ed F12.

Ali controvento

Creata dal fondatore della casa Luca Mazzanti insieme a Zsolt Tarnok, la Evantra è compatta e muscolosa, ha linee decise che non assomigliano a nessun’altra supercar e vanta un telaio in acciaio scatolato unito ad una gabbia in tubi in cromo-molibdeno posizionata all’interno dell’abitacolo più un’altra che collega il comparto propulsore-cambio agli attacchi degli ammortizzatori posteriori, come sulle auto da competizione. Ha due posti e si può scegliere in due allestimenti: PRO-BODY realizzato in fibra di carbonio e ONE-BODY in alluminio battuto a mano. Le portiere si aprono ad ali di gabbiano ma… controvento, uno spettacolo!

Aria da corsa

Gli interni possono essere fatti su misura per il cliente sono rivestiti di pellami speciali trattati all’anilina. In stile racing il cruscotto, con tanto di acquisizione dati AIM e Headunit, più navigatore e stereo, mentre al centro della plancia è collocato il pulsante di avviamento. Sul tunnel centrale trova posto il selettore con i differenti programmi di gestione motore-cambio,  “Strada” e “Corsa”, mentre un’altra finezza da Formula1 stradale è data dal volante Nardi con display indicatore marce e paddle.

Forza bruta

Cuore pulsante della Evantra è il suo V8 in alluminio da 7 litri aspirato che eroga una potenza di 701 cavalli a 6.600 giri ed una coppia max di 848 Nm a 4.500 giri; è accoppiato ad un cambio sequenziale a 6 rapporti Silatronic e genera prestazioni impressionanti come testimonia la velocità massima di oltre 350 km/h ed uno scatto da 0-100 km/h in 3,2 secondi. A tenere in strada questo missile, pneumatici Continental 255/30 R20 anteriori e 305/25 R20 posteriori, con cerchi OZ da 20 pollici ed un’impianto frenante Brembo con dischi da 380 mm e pinze a 6 pistoncini sull’anteriore e con dischi da 360 mm e pinze a 4 pistoncini al posteriore, ma a richiesta ci sono i carboceramici.

Serie limitatissima

Una supercar da sogno costruita in maniera artigianale e completamente customizzabile, ma per avere la Mazzanti Evantra V8 occorre avere soldi (non è dato sapere quanti ma per informazioni andare su: http://www.mazzantiautomobili.it/) e pazienza, visto che ne vengono prodotte solo cinque all’anno.

Redazione Motori360

 

Print Friendly, PDF & Email