Home > DueRuote > Moto > Yamaha X-Max 400

Yamaha X-Max 400

Lo scooter sportivo della casa di Iwata è ora disponibile in versione da 400 cc

  • yamaha-x-max-400-2013-0
  • yamaha-x-max-400-2013-1
  • yamaha-x-max-400-2013-2
  • yamaha-x-max-400-2013-3
  • yamaha-x-max-400-2013-4
  • yamaha-x-max-400-2013-5
  • yamaha-x-max-400-2013-6

 

Se siete tra quelli che da ragazzi sognavano cinquantini sportivi come Phantom ed SR, troverete nel nuovo Yamaha X-Max 400 l’evoluzione “matura” di quei mezzi gloriosi. Già, perché questo scooter dal piglio sportivo ha sempre fatto della compattezza e dell’agilità i suoi punti di forza, ma ora che sotto la carena pulsa un potente quattrocento, anche le prestazioni sono al top. Il look poi, è di quelli “cattivi”, fatto di superfici tese, spigoli vivi e tanto dinamismo; di grande impatto visivo il faro posteriore full-Led.

Telaio irrobustito

Il motore, dicevamo, è un 400 monocilindro a quattro tempi raffreddato a liquido capace di erogare 31,5 cv a 7.500 giri, che promette prestazioni di grande rilievo, come testimonia la velocità massima di 150 km/h. A fronte di questo upgrade di potenza è stata rivista anche la ciclistica, con una forcella telescopica di derivazione motociclistica, pneumatici più larghi e un impianto frenante con doppio disco da 297 mm, il tutto mantenendo un peso di poco superiore ai 200 kg.

Un grande sottosella

Sotto la grande e comoda biposto, è stato ricavati un vano di carico dalla buona capacità, in grado di contenere due caschi integrali. Quanto agli optional, si può scegliere il parabrezza più ampio, le pedane in alluminio, lo schienalino per il passeggero, lo scarico sportivo Akrapovic e il bauletto da 50 litri. Rimangono a listino le altre due versione dell’X-Max da 125 e 250 cc.

Redazione Motori360

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email