Home > DueRuote > Moto > Nuova Moto Guzzi California 1400

Nuova Moto Guzzi California 1400

Due versioni: Custom e Touring, con propulsore da 1,4 litri, costruite ed assemblate in modo artigianale ma con tanta tecnologia. Testimonial l’attore scozzese Ewan McGregor

 

Ecco sul mercato un altro gioiello Made in Italy, la Guzzi presenta il suo nuovo cavallo da battaglia la nuova California 1400, presentata nei saloni di moto di tutta Europa, è stata accolta con moltissimo piacere dal popolo motociclistico che aspettava con ansia il realizzarsi di questa mitica motocicletta soprattutto per i successi delle precedenti versioni che hanno reso la V7 la moto italiana più famosa al mondo. Il maggior successo lo ebbe negli Stati Uniti dove nel lontano 1970 la Guzzi V7 vinse la concorrenza di Harley-Davidson e moto inglesi per la fornitura di moto per la LAPD (Los Angeles Police Department). Gli americani scelsero la Moto Guzzi soprattutto per le caratteristiche tecniche che rendevano questo veicolo perfetto per il nuovo ruolo richiesto. Tanto è vero che la V7 fu rinominata California proprio per questo motivo.

Dallo stabilimento di Mandello del Lario, dove Guzzi costruisce le proprie moto dal 1921, esce questa nuova moto interamente costruita ed assemblata in modo artigianale il che rende ogni modello unico ed affascinante. Ancora oggi Guzzi lavora con estrema passione e precisione artigianale alla realizzazione di questo modello che richiama il passato ma da uno sguardo anche al presente e quindi al design e alla tecnologia.

Design

Il design è un affascinante ed accattivante ottimo accostamento tra il retrò ed il moderno. Ogni cosa è stata realizzata per richiamare le caratteristiche del passato aggiungendo quel tocco di moderno che rende la nuova California un nuovo pezzo da vetrina da accostare alle sorelle del passato.

Sul frontale si nota subito cosa intende fare Guzzi con la sua nuova moto, richiamare un vecchio faro ridisegnarlo e modernizzarlo, inoltre vengono inserite delle luci a Led diurne RDL. Il serbatoio è stato progettato come per proteggere ed accudire sotto di esso le testate del bellissimo V2 da 1.380 cc della nuova California. La sella segue in modo armonioso il design del serbatoio finendo con una coda dall’aspetto muscoloso e accattivante con l’inserimento di nuovi fari a Led dal design innovativo. Marmitte e cerchi richiamano i precedenti modelli, nel guardarla si nota come i designer “guzziani” abbiano tratto da ogni singolo particolare uno spirito tradizionalista ma futurista concetto ottimo per la rivisitazione di questo modello così importante non solo per la Moto Guzzi stessa ma anche per l’Italia omaggiando il Made in Italy in maniera impeccabile.

Motore e Tecnologia

Rimane invariato l’aspetto architettonico del motore a V ma come al solito questa moto sa sempre stupire i propri clienti e viene progettato un nuovo propulsore da ben 1.380 cc rendendo questo modello l’unico anche nella cilindrata la più alta mai prodotta in Europa come moto di serie. Il V2 è posizionato in modo trasversale al senso di marcia ed ha 96 cv ma soprattutto ha 120 Nm a soli 2.750 giri/min. Guzzi ha risolto il problema delle vibrazioni di questo grande propulsore ancorando elasticamente l’intero blocco motore al telaio in tubolare di acciaio. Corsa ed alesaggio sono di 81,2 x 104 millimetri, mentre l’alimentazione prevede singolo corpo farfallato Magneti Marelli da 52 millimetri. La trasmissione rimane a cardano esteticamente curata con la solita affidabilità dimostrata già in passato. Ma ecco il tocco di tecnologia, la California è stata dotata dell’ottimo acceleratore full ryde by wire e permette di scegliere al pilota tre diverse mappature: Touring, Sport e Rain, il controllo di trazione MGCT settabile su tre differenti livelli dove prevede anche l’esclusione totale di questo sistema, infine cruise control ed ABS.

Versione Touring

  • california3
  • california4
  • california5
  • california6
  • california7
  • california8
  • california9

 

La versione più “comoda” di questa moto è stata equipaggiata con molti particolari per un utilizzo turistico, Guzzi realizza questa versione per una clientela più classica che vuole ottenere da questa moto il massimo del confort viaggiando per lunghi tratti. Frontalmente è stato montato un parabrezza ampio per proteggere il pilota nei lunghi tragitti ed un manubrio a “corna di bue” per ottimizzare la posizione di guida. Inoltre vengono montati dei fari cromati supplementari e delle bellissime borse da 35 litri nel posteriore in modo esteticamente unico non coprendo la coda ma arricchendola ancora di più. Ci sono dei piccoli accorgimenti per il passeggero come le maniglie cromate e la sella rialzata per migliorare il comfort di guida.

Esteticamente questa versione è diversa anche per piccoli dettagli. Le cromature, ricavate dal pieno, non mancano e si sviluppano in due colorazioni: in bianco con filetti ornamentali scuri sul serbatoio che ispirano la vecchia California Highway Patrol e il classico nero con filetti bianchi che richiama le versioni V7 e 850 California, entrambi seguono il design della sella anch’essa bicolore. Inoltre ci sono moltissimi accessori sia di pregio che più semplici che Guzzi mette a disposizione per chi volesse arricchire questo gioiello, come un supporto e un App per iPhone che permette di trasformare il proprio smartphone in un cruscotto supplementare per ottenere aggiornamenti su navigazione, dati tecnici e prestazioni.

Versione Custom

  • california10
  • california11
  • california12
  • california13
  • california15
  • california16
  • california17
  • california18
  • california19
  • california20
  • california21
  • california22
  • calofornia14

 

La versione Custom è la versione “sportiva” della Touring, spogliata degli optional confortevoli e resa più semplice esteticamente. Una cruiser vera e pura. Il concetto è semplicissimo sella-manubrio-motore-ruote circondate da inserti cromati e neri che rendono la Custom al vertice della sua categoria. La differenza con la sorella turistica si nota subito in una posizione più aggressiva con un manubrio drag-bar dalla forma decisamente più sportiva. La sella, sempre biposto è stata modificata con una estetica che risalta sia se stessa che la coda la quale essendo priva delle borse laterali mostra i suoi muscoli e la sua ottima forma ed essendo più bassa rende la guida più agile e sportiva. Più rombante il sound di questa versione e soprattutto più utilizzabile il possente bicilindrico a V da 90° che fa godere il suo pilota nella guida più sportiva e omaggiarlo con dolcezza e armonia nella guida turistica grazie alla tecnologia messa a disposizione dalla casa di Mandello del Lario. Ricchissimo il catalogo degli accessori, mai Guzzi aveva arricchito così tanto le proprie moto di oggetti anche piccoli dal design decisamente Made in Italy.

Da fine gennaio disponibile nei colori Nero Ambassador e Bianco Cobalto per la versione Touring e Nero Basalto e Grigio Mercurio per la versione Custom al prezzo di 17.300 euro.

Stefano Rondinelli

 

 

Scheda Tecnica [ Moto Guzzi Custom/Touring ]

Prezzo: 17.300

Prodotta dal 2013

Motore

Tipo: bicilindrico a V di 90°, 4 tempi, 4 valvole, doppia accensione

Raffreddamento: ad aria e olio con pompa di raffreddamento indipendente. Radiatore dell’olio con ventola termostatizzata

Cilindrata: 1.380 cc

Alesaggio e corsa: 104 x 81,2 mm

Potenza massima: 71 kW (96 cv) a 6.500 giri/min

Alimentazione/Accensione: iniezione elettronica Multipoint, sequenziale, fasata Magneti Marelli IAW7SM; corpo farfallato “ride by wire” Ø 52 mm, iniettori IWP 243 Magneti Marelli, doppia sonda Lambda, gestione integrata di 3 mappe motore, controllo di trazione, cruise control

Avviamento: Elettrico

Omologazione: Euro3

Trasmissione

Cambio: 6 marce con ultimo rapporto di overdrive

Trasmissione finale: doppio giunto di cardano e coppia conica fissa (rapporto 10/36 = 1:3,6)

Frizione: monodisco con parastrappi integrato

Ciclistica

Telaio: tubolare in acciaio, a doppia culla chiusa, con sistema di fissaggio del motore elastocinematico per l’isolamento delle vibrazioni

Sospensione anteriore: forcella tradizionale, Ø 46 mm, con piedino per pinza freni attacco radiale e cannocchiali sugli steli

Sospensione posteriore: forcellone con doppio ammortizzatore regolabile nel precarico molla

Freno anteriore: doppio disco flottante in acciaio inox, Ø 320 mm, pinze radiali Brembo a 4 pistoncini contrapposti

Freno posteriore: disco fisso in acciaio inox, Ø 282 mm, pinza flottante Brembo a 2 pistoncini paralleli

Ruote: in lega d’alluminio

Pneumatico anteriore: 130/70 R 18”

Pneumatico posteriore: 200/60 R 16”

Dimensioni

Lunghezza: 2.445 mm

Larghezza: 1.030 mm (850 mm)

Altezza: 1.460 mm (1.181 mm)

Altezza sella: 740 mm

Altezza minima da terra: 165 mm

Peso a secco: 337 kg (versione Touring) – 322 kg (versione Custom)

Capacità serbatoio carburante: 20,5 litri (di cui riserva: 5 litri)

Segmento: Touring-Custom

 

 

Print Friendly, PDF & Email