Home > Automotive > AUTOANTIQUA, le «vecchiette» che ci fanno ancora innamorare

AUTOANTIQUA, le «vecchiette» che ci fanno ancora innamorare

Via Cola di Rienzo, quinta edizione: domenica 15 maggio tornano a ruggire nel cuore del quartiere Prati a Roma grazie al sostegno dell’Associazione Commercianti, alcune tra le vetture, e non solo…, più affascinanti del Novecento

Tornano a riunirsi le «vecchiette» su quattro ruote che ci fanno ancora innamorare: è la magia che grazie alla quinta edizione di «Autoantiqua» si genera in una delle strade-simbolo della Capitale, nel cuore del quartiere Prati, in quella via Cola di Rienzo ad alta vocazione artistica, oltre che commerciale. Dopo il grande successo delle prime quattro edizioni torna domenica 15 maggio un evento fortemente voluto e sostenuto dall’Associazione Commercianti Prati Cola di Rienzo, presieduta da Luca Esposito, in collaborazione con le associazioni del territorio e le storiche «Una Strada per l’Arte» e «Autoantiqua Club Italia». L’evento ha ottenuto il Patrocinio del Primo Municipio di Roma e quello delle Presidenza del Consiglio di Roma Capitale.

L’importante presenza dell’A.S.I. cui fanno capo le auto storiche

Dunque, protagoniste le auto iscritte all’A.S.I. che arriveranno da tutta Italia e riempiranno piazza Cola di Rienzo: si tratta di vetture di particolare prestigio e rarità che hanno fatto la storia non solo dei motori ma anche del design, del cinema e del costume. Dunque, da mattina fino a sera, i soci dei club A.S.I., Automotoclub Storico Italiano, esporranno al pubblico dei veri e propri «gioiellini» su quattro ruote, fornendo a passanti e curiosi informazioni sulle vetture, il loro glorioso passato e tutte le curiosità che circondano l’affascinante mondo delle macchine d’epoca. Tutto ciò anche per ribadire importanza dell’A.S.I., che vanta 282 club federati 55 club aderenti (www.asifed.it,    info@asifed.it).

Le macchine più prestigiose in vetrina

Molte le macchine di grande interesse storico, ma alcune rappresentano delle vere e proprie rarità a livello internazionale: dalla Lancia Stratos Rally alla Pantera de Tommaso, dalla Citroën furgoncino 1700 6 Volt del 1929 alla Balilla del 1932, dalla GT Giannini che ha stabilito il record di velocità sulla Parigi Roma, alle Triumph reduci dalla «Coppa Perugina». E ancora, Ferrari, Lamborghini, Rolls Royce, Chrysler, Alfa Romeo.

Non solo auto: spazio alla banda, all’arte e ai bambini

La manifestazione non riguarderà esclusivamente le auto storiche, ma avrà modo di presentarsi al pubblico, previsto come al solito numeroso, con opere d’arte, quadri e sculture, esposte dai Maestri dell’associazione «Una Strada per l’Arte», senza dimenticare un mercatino del vintage, antiquariato e modernariato. Sul palco, allestito in Piazza Cola di Rienzo, si alterneranno la Banda Musicale Vincenzo Bellini, diretta dal Maestro Giovanni Melchiorre, con artisti e cantanti. Per i più piccoli verrà allestita un’area giochi e organizzato il «Truccabimbi».

 

In sostanza ci sono tutte le premesse per trascorrere una giornata diversa dalle altre grazie alla preziosa sinergia tra i commercianti e le storiche Associazioni delle auto d’epoca e dell’arte, suggellata dal Patrocinio del Municipio Roma Centro e della Presidenza di Roma Capitale.

[ Marino Collacciani ]

 

Print Friendly, PDF & Email