Home > Automotive > Attualità > Car Sharing: da giugno sarà operativo a Latina il servizio Eppy

Car Sharing: da giugno sarà operativo a Latina il servizio Eppy

Nasce un nuovo servizio di car sharing tutto Renault

Oggi le frontiere del car sharing si ampliano ulteriormente e stavolta puntano verso Latina, dove dal primo giugno sarà attivo il servizio Eppy. Conterà, per adesso, su una flotta di 14 veicoli Renault Z.E. ma che nell’arco di 18 mesi punta ad ampliare le unità fino a 50. La mobilità di Latina ha scelto la gamma di veicoli elettrici, in quanto adatti alla città e molto versatili.

“Elettra Investimenti continua a espandere la propria attività nel settore dell’efficienza energetica connessa alla sostenibilità, puntando sulla Mobilità Urbana Elettrica, inaugurando un servizio di car sharing totalmente green e a impatto zero sull’ambiente, una sfida economica e sociale in quanto a supporto di un nuovo approccio alla mobilità e alla concezione di trasporto urbano. Con questa iniziativa, Elettra continua a fare impresa in Italia, investendo risorse tecniche ed economiche proprie e con scelte strategiche innovative e di lunga visione. È una scelta dettata dalla volontà di creare un modello economico e ambientale virtuoso, investendo inizialmente con Latina e su Latina e da sviluppare in altre città simili per numero di abitanti. Ci si augura che competitor di dimensioni assai più rilevanti seguano questo modello” dice Fabio Massimo Bombacci, Presidente e CEO di Elettra Investimenti S.p.A.

“Eppy rappresenta un ulteriore passo avanti nella diffusione della mobilità elettrica su larga scala: siamo felici di poter collaborare, in questa occasione, con attori pubblici e privati sensibili al tema ambientale, perché il raggiungimento di questo obiettivo è possibile solo grazie al lavoro sinergico di tutti questi attori. Convinti che i veicoli elettrici rappresentino la miglior soluzione per il car sharing, siamo grati ad Alea Mobilità Urbana per la fiducia riposta nella gamma Renault a zero emissioni. Questo incontro è la prova di come Latina si ponga oggi come modello di riferimento per i piccoli capoluoghi di provincia, in termini di sensibilità allo sviluppo della mobilità elettrica” ha affermato Francesco Fontana Giusti, Direttore Comunicazione & Immagine di Renault Italia presente insieme all’on. Ermete Realacci.

Da dx Fabio Massimo Bombacci-Gaetano Benedetto-Damiano Coletta-Ermete Realacci-Francesco Fontana Giusti (1)

Con Eppy si continua la sfida contro l’inquinamento, specialmente a Latina dove circola il maggior numero di auto pro capite. Per aiutare le vetture nelle azioni quotidiane cui dovranno essere sottoposte,  saranno installate 30 colonnine di ricarica in punti strategici del territorio, strutturate in modo tale da poter ospitare al loro interno, in un futuro non molto lontano, anche dei defibrillatori che il Comune sta affidando alla città. 

“Siamo orgogliosi di aver avviato questa attività che ci pone in Italia tra i primi a realizzarla in questa scala” aggiunge Bombacci. “Ringrazio il Comune di Latina e il Sindaco dott. Damiano Coletta, per l’opportunità e la condivisione del progetto di dotare la città, alla quale siamo legati e dove operiamo, di un servizio che ritengo possa essere di grande interesse per gli abitanti e le piccole imprese del capoluogo. Elettra è già una realtà nazionale nel settore della produzione di energia e dell’efficienza energetica e da oggi anche una realtà all’avanguardia nel settore della mobilità elettrica sostenibile”.

Renault ZOE

Per utilizzare i veicoli Eppy bisogna scaricare la App Eppy e registrarsi. Una volta compiute queste due semplici operazioni, si potrà ricercare l’auto più vicina, avviare il noleggio e terminarlo quando si riterrà opportuno lasciando il veicolo nella zona contrassegnata in blu sulla mappa.  Fino a settembre, i clienti Eppy potranno utilizzare il servizio gratuitamente per un’ora al giorno. I privilegi delle vetture saranno gli stessi delle auto elettriche, ovvero potranno essere parcheggiate sulle strisce blu e potranno circolare nelle ZTL.

[ Jacopo Romanelli ]

 

Print Friendly, PDF & Email