Home > Automotive > Auto > Italdesign Zerouno Duerta, al Salone di Ginevra 2018 la versione aperta

Italdesign Zerouno Duerta, al Salone di Ginevra 2018 la versione aperta

La storia di questa vettura potrebbe iniziare come tutte le favole con: «C’era una volta!» 

C’era una volta la Italdesign fondata il 13 febbraio 1968 da Giorgetto Giugiaro e Aldo Mantovani. Dalle matite di quello studio sono uscite vetture che rimarranno nelle storia, una per tutte: la VW Golf. Quest’anno ricorre il 50° Anniversario dalla sua fondazione, ma di quello Studio di design rimane solo il Nome e la Sede a Moncalieri, in quanto la proprietà è dal 2010 in mano al Gruppo VW. Giorgetto Giugiaro ha ceduto il suo 10% nel 2015.

Con il nome Italdesign Automobili Speciali, il nuovo brand con il nuovo Logo, aveva presentato al Salone di Ginevra dello scorso anno la sua prima vettura di serie chiamata appunto «Zerouno». Una hypercar disegnata da Filippo Perini e sviluppata sullo stesso pianale della Lamborghini Huracán e Audi R8, delle quali mantiene gran parte della meccanica e il propulsore V10 aspirato da 5,2 litri da 610 cavalli con trazione integrale permanente. La produzione della Zerouno è prevista in soli 5 esemplari al costo base di 1,5 milioni di euro, oppure 2 milioni di euro se si opta per la versione potenziata da 810 cavalli, tasse escluse naturalmente.

Al Salone di Ginevra 2018, Italdesign Automobili Speciali ha voluto commemorare i 50 anni dalla fondazione della Italdesign con una strabiliante versione aperta della Zerouno, chiamata come in dialetto piemontese «Duerta». La meccanica e la motorizzazione è la stessa della versione chiusa, ma i tecnici hanno dovuto apportare qualche modifica al telaio per irrigidirlo in seguito all’asportazione del tetto, così come il designer ha dovuto intervenire sul frontale e nella parte posteriore per ottimizzare i flussi aerodinamici.

Come la carrozzeria, anche il tettuccio è realizzato in carbonio, soluzione ideale per trasformarla a modo suo in una confortevole coupé a 2 posti nei mesi invernali, mentre per sopperire ad improvvisi acquazzoni nei mesi estivi si può facilmente applicare una copertura telata. Anche per questa versione Duerta della Zerouno è prevista una produzione limitata a 5 esemplari. Il prezzo è solamente un dettaglio…

[ Paolo Pauletta ]

Print Friendly, PDF & Email