Home > News > GFG Style Sibylla a Ginevra: Giugiaro interpreta il futuro

GFG Style Sibylla a Ginevra: Giugiaro interpreta il futuro

logo_per_flash_news

Frutto della creativa complicità di Fabrizio e Giorgetto Giugiaro e della collaborazione con la multinazionale cinese Envision, la GFG Style Sibylla è un ZEV concept che vuol coniugare il rispetto per l’ambiente con la comodità di un SUV, l’anima di una sportiva e una connettività estremamente spinta.

 

Motori360-Sibylla-Giugiaro-3

A questo proposito i Giugiaro hanno puntato su EnOS by Envision che, oltre a permettere il dialogo fra veicolo e rete, lo «trasforma» in una fonte di energia verde grazie al collegamento con la piattaforma IoTEnOS che regola in maniera intelligente i flussi di domanda e offerta della rete elettrica.

Sibylla il cui nome è «connesso» sia alla mitologica e profetica sibilla e sia alla madre di Giorgetto Giugiaro (Maria Sibilla) è una quattro posti a trazione integrale la cui linea è collegata ad alcuni concept disegnati da Giugiaro negli Anni ‘60 e ’70 del secolo scorso, di cui alcune soluzioni dimostrano la lungimiranza dello stilista, dal padiglione interamente vetrato al parabrezza che scorre in avanti comandato dall’apertura delle porte anteriori, all’apertura delle portiere posteriori con contemporaneo sollevamento ad ala di gabbiano dei due cristalli posteriori.

Altri tratti estetici distintivi di questo concept sono il massiccio montante posteriore, la coda tronca, la lunga nervatura sotto la linea di cintura e l’ampio arco ricavato nel brancardo inferiore della fiancata.

Sibylla è mossa da quattro motori elettrici, uno per ogni ruota, una soluzione che ha permesso la realizzazione di un pianale perfettamente piatto a tutto vantaggio dello spazio interno vivibile; la scelta di privilegiare la qualità di vita a bordo ha poi limitato a quattro il numero dei passeggeri, accolti da altrettanti sedili singoli caratterizzati da amplissime possibilità di regolazione, una scelta che apparentemente stride con l’importanza delle dimensioni esterne (5 metri di lunghezza per 1,48 di altezza).

Completano l’auto i rivestimenti interni in pelle Poltrona Frau, ampi vani portaoggetti ricavati nella parte bassa delle portiere grazie all’abolizione dei saliscendi dei cristalli, la cloche con controlli touchpad (che ha preso il posto del volante tradizionale) dietro cui troviamo una plancia concava di forma semicircolare dotata di schermi e monitor che fanno visualizzare a tutti gli occupanti le informazioni di volta in volta richieste, da quelle sul viaggio, a quelle sullo stato della vettura ed a quelle fornite dal sistema di connettività cui abbiamo fatto più su cenno.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email