Home > Automotive > Auto > Hyundai Santa Fe 2018, stesso nome, ma tanto diversa

Hyundai Santa Fe 2018, stesso nome, ma tanto diversa

La quarta generazione della Santa Fe si presenta con una linea più armoniosa e un frontale caratterizzato da una griglia a nido d’ape, gruppi ottici Led e doppi spot Led ai lati, ma soprattutto è più grande e più tecnologica

Il suo debutto ufficiale avverrà la settimana prossima al Salone di Ginevra, ma in Corea Hyundai ha già svelato la Santa Fe 2018 e subito si nota il suo aspetto più moderno, interni più spaziosi e dotazioni di ultima generazione per la sicurezza di guida, elementi fondamentali per essere competitiva con gli altri SUV del suo segmento.

A parte l’altezza che è diminuita di -10 mm (1.680 mm), tutte le altre dimensioni sono aumentate, +70 mm in lunghezza (4.770 mm), +10 mm in larghezza (1.890 mm) e +65 mm di passo (2.765 mm). Questo incremento ha consentito di offrire maggiore spazio ai passeggeri, fino a 7 sfruttando la terza fila di sedili, ma anche aumentare lo spazio per i bagagli, che nella conformazione a 5 posti è aumentato a 625 litri, +40 litri rispetto al modello uscente.

Bella fuori e dentro

Se l’estetica è un fattore spesso determinante, ancora più importante è l’aspetto interno, le rifiniture e le dotazioni, elementi fondamentali per soddisfare il cliente e da questo punto di vista si può solo apprezzare il risultato ottenuto da Hyundai. Il design rinnovato ha interessato l’intero abitacolo, con confortevoli sedili che negli allestimenti top di gamma possono essere anche in pelle, moderatamente avvolgenti quelli anteriori, di tipo individuale quelli posteriori, con il terzo posto centrale quasi di emergenza.  

La plancia ridisegnata si presenta con una strumentazione digitale che cambia  colore a seconda della modalità di guida inserita (Comfort-ECO-Sport-Smart) e per la prima volta su una Hyundai l’head-up display. Al centro, uno schermo tattile non incassato, da 7″ o 8″ a seconda delle versioni, per il sistema di navigazione, con mappe Hyundai aggiornate a vita, e di infotainment che comprende Android Auto e Apple Car Play.

Sicurezza innanzitutto

La sicurezza è un altro punto importante per la Santa Fe di nuova generazione e Hyundai l’ha dotata della gamma completa delle varie tecnologie di ultima generazione. Il guidatore può contare sul cruise control adattivo e frenata d’emergenza automatica (AEB) con rilevamento pedoni, mantenimento della corsia con intervento sullo sterzo e una telecamera posteriore per l’assistenza al parcheggio. Inoltre c’è il Safety Exist Assist che impedisce di aprire le porte se sta sopraggiungendo una vettura e di grande attualità e utilità il Rear Occcupant Alert che avvisa il guidatore se sta per lasciare un bambino a bordo.

Motori più efficienti e nuova trazione integrale

Oltre ad un motore a benzina ci sarà anche l’attuale turbo-diesel da 2,2 litri, però rivisto per migliorare l’efficienza, meno potente (196 cv) e con una coppia inferiore (436 Nm). Non ci sarà neanche più il cambio manuale a 6 rapporti e neanche l’attuale automatico a 6 rapporti, sostituito da una nuova trasmissione automatica a 8 rapporti. La Santa Fe 2018 disporrà anche della trazione integrale di nuova generazione HTRAC a coppia variabile, in grado di distribuire la coppia motrice tra le ruote anteriori e posteriori in modo da offrire trazione con ogni condizione di fondo stradale. Il sistema comprende anche il torque-vectoring che migliora la stabilità in curva.

[ Paolo Pauletta ]

 

 

Print Friendly, PDF & Email