Home > Automotive > Attualità > Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2018 si parte il 25 maggio

Concorso d’Eleganza Villa d’Este 2018 si parte il 25 maggio

Categorie ammesse e primi rumors sul prestigioso concorso che quest’anno punterà sulla storia della mobilità

 

Motori360-F1 VESTE 018

Il programma dell’edizione 2018 del Concorso d’Eleganza Villa d’Este, il cui prestigio e la cui risonanza sono universalmente noti e riconosciuti, inizia a trovare un suo indirizzo, evidenziato dalle prime notizie filtrate al riguardo.

Motori360-AP VESTE 018

L’articolazione del Concorso, che avrà luogo dal 25 al 27 maggio 2018, si baserà sulla storia della mobilità: saranno i modelli che più hanno contribuito alla mobilità, al progresso tecnico, alla crescita dello stile ed allo sport delle quattro ruote a raccontarla dipanandone il filo lungo 130 anni ricchi di accadimenti tanto positivi quanto gravi, di rivoluzioni e di evoluzioni sociali e di costume.

Motori360-F5 VESTE 018

L’automobile e la sua evoluzione hanno inevitabilmente contribuito, giorno dopo giorno, all’evoluzione dei costumi e del modo di vivere, fenomeni testimoniati dalle grandi manifestazioni dedicate nel tempo alle due ed alle quattro ruote che, di anno in anno hanno testimoniato tali cambiamenti e tali progressi nell’arco dell’intero secolo scorso. 

BMW 328

BMW 328

Il tema dell’edizione 2018 sarà «Hollywood sul Lago» e avrà il potere, un po’ magico visto che siamo in mondo di sogni e magiche realtà, di trasformare – come precisato da BMW – il complesso del Grand Hotel Villa d’Este e di Villa Erba, assieme ai meravigliosi parchi intorno a Cernobbio, in uno «Scenario perfetto da film» e questo non può non farci ricordare la sontuosità delle auto e delle ambientazioni che hanno caratterizzato «Il grande Gatsby».

THE GREAT GATSBY

Ma al di là della scenografia, che ha la sua essenziale importanza, il comitato organizzatore (di cui fanno parte BMW e lo stesso Grand Hotel Villa d’Este) ha definito le classi in cui verranno inseriti i mezzi a concorso: 8 classi per le auto e cinque per le due ruote (ma si sta già pensando ad una sesta) tutte rigorosamente selezionate in modo da mantenere l’elevatissimo standard di sempre, ciò che ha sinora permesso al Concorso di conquistarsi meritata fama anche oltre oceano.

Ed eccoci alle due novità cui gli organizzatori tengono particolarmente: la prima è una classe dedicata a veicoli realizzati nel periodo «Art Déco» e caratterizzati da particolare attenzione all’aerodinamica e la seconda incorpora le auto meglio conservate nel loro stato originale.

Classi Auto storiche

Motori360-F6 VESTE 018

  • Classe A: «I Titani: Polvere, fango e rischio» (vetture costruite fra il 1900 e il 1939).
  • Classe B: «Da Manhattan a Mayfair: L’età d’oro dell’opulenza automobilistica» (1918-1939).
  • Classe C: «Plasmate dal Vento: Le berline dell’epoca ”Art Déco”» (dal 1925 al 1940).
  • Classe D: «Nuovo mondo, nuove idee: La storia delle Gran Turismo» (dal 1945 al 1965).
  • Classe E: «La velocità incontra lo stile: L’affermazione delle auto sportive e da competizione» (dal 1950 al 1970).
  • Classe F: «Quando il sesso era sicuro e le corse pericolose: Formula 1!» (dal 1950 al 1988).
  • Classe G: «Hollywood sul lago: Le stelle del cinema» (dagli anni Venti agli anni Trenta).
  • Classe H: «Perfettamente conservate: Archeologia automobilistica» (dal 1900 al 1988).

Classi moto storiche 

Motori360-F7 VESTE 018

 Classe A: «Gli anni d‘oro delle motociclette americane» (dal 1907 al 1917).

  • Classe B: «Lusso a 3 ruote: sidecar degli anni Venti e Trenta» (dal 1920 al 1939).
  • Classe C: «Le vincitrici italiane: motociclette 250 GP» (dal 1949 al 1963).
  • Classe D: «Una nuova veste per le motociclette inglesi e tedesche» (dal 1960 al 1970).
  • Classe E: «Design motociclistico: Concept Bike e Prototipi di nuova concezione».
  • Classe F: la chiamiamo così per comodità del lettore ma, al momento, è la sesta classe su cui gli organizzatori stanno riflettendo e quindi non ancora ufficializzata.

Come sempre le protagoniste iscritte al Concorso saranno attorniate da veicoli d’epoca – anch’essi più che significativi – che pur non iscritti al Concorso, faranno da degna cornice ai mezzi protagonisti.

[ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email