Home > Automotive > Anteprime Test > Dacia Dokker Stepway, valida alternativa

Dacia Dokker Stepway, valida alternativa

La «multispazio» rumena si confronta con concorrenti quali Volkswagen Caddy, Fiat Doblò, Citroën Berlingo, Renault Kangoo ma dalla sua ha il prezzo: con 14.500 euro si porta a casa la versione Lauréate Family con motore 1.5 dCi da 90 cv

Motyori360_Dacia-Dokker-Sepway-ap. (5)

Se la sobrietà fosse percepita come essenza e come voglia di andare al sodo delle cose, piuttosto che essere scambiata per una diminutio del proprio status o una decrescita infelice, la Dokker Stepway avrebbe di fronte alle sue Concessionarie chilometriche code di aspiranti compratori. Molto più di quanto già non avviene per gli altri modelli della gamma, mentre invece non è così o, meglio, non lo è ancora.

Motyori360_Dacia-Dokker-Sepway-

Il marchio è quello che in meno di dieci anni, ha saputo sorprendentemente costruirsi una ben precisa identità autenticandosi in modo definitivo e contribuendo in maniera significativa al rafforzamento della presenza del gruppo Renault in Europa e territori limitrofi.

Motyori360_Dacia-Dokker-Sepway-ap. (4)

Mentre la Dokker interpreta a suo modo il concetto di multispazio, la serie «Brave», sfida la concorrenza forte di un prezzo d’attacco senza pari pur in presenza di dotazioni funzionali, gradevoli e solide.

Abbiamo messo alla prova il carattere fiero e concreto di questa vettura spaziosa ma maneggevole, scoprendo un prodotto concreto e ben fatto la cui sobrietà nulla toglie alla sostanza.

Quest’auto riconferma la filosofia di fondo che anima l’azienda romena, facendoci scoprire che essenzialità non significa esser spartani e piuttosto la capcità di dotarsi di ciò che è veramente necessario.

Abbiamo avuto fra le mani un mezzo in grado che, mosso dall’eccellente turbodiesel Renault 1,5 dCi, traduce in pratica il senso della misura.

 

Su «testMotori360.it» a breve la prova completa.

[ Redazione Motori360 ]

Print Friendly, PDF & Email