Home > News > Osservatorio Compass su auto e moto: Italiani sempre più «mobili»

Osservatorio Compass su auto e moto: Italiani sempre più «mobili»

logo_per_flash_news

Il primo semestre 2017 segna il record del volume dei finanziamenti erogati negli ultimi 7 anni per il settore della mobilità a due e quattro ruote tramite gli operatori convenzionati, superando gli 8 miliardi di erogato, in crescita del +11,3% rispetto allo stesso periodo del 2016. A spingere le vendite, sempre più determinante il ruolo del credito al consumo senza il quale l’80% degli acquirenti avrebbe rinunciato o rimandato l’acquisto. Ma qual è il mezzo prediletto dagli Italiani per gli spostamenti? Di gran lunga l’auto, preferita ai mezzi pubblici e alla bici, anche se molti optano per la più salutare «camminata»*.

motori_360_osservatorio_compass

Lo rivela la nuova edizione dell’Osservatorio Compass sui venditori convenzionati del settore. Se nei primi sei mesi del 2017 il credito al consumo ha segnato una crescita complessiva dell’8,6% nei volumi erogati tramite i dealer convenzionati sfiorando i 10 miliardi di erogato, è il comparto auto e moto ad aver registrato le migliori performance, con la crescita del +11,3% e un valore di 8,1 mld €, pari a quasi l’83% dell’erogato totale.

Un dato, quest’ultimo, che mostra l’importanza del settore, coerente con la crescente propensione degli italiani ad accedere a formule di finanziamento per l’acquisito di un’auto o di una moto: come emerso dall’indagine, oltre sette su dieci dei privati ha richiesto infatti un prestito per acquistare una vettura, e senza il credito al consumo, otto su dieci avrebbero rinunciato (50%) o rimandato l’acquisto (30%).

Qual è l’importo finanziato? Nel 2016 la media degli importi finanziati tramite venditori convenzionati per l’acquisto di un’auto è pari a 13.179€ (+3,3% vs 2015) per il nuovo e di 10.429 €(+4,9%) per l’usato, mentre per i motocicli sono necessari 3.928€ (+3,7%).

 “L’indagine mostra come l’auto e le moto siano sempre di più al centro dei desideri delle famiglie, ma senza la possibilità di dilazionare i pagamenti tanti rinuncerebbero o rimanderebbero l’acquisto – dichiara Luigi Pace, Direttore Centrale Marketing e Customer Management di Compass. In questi due comparti in particolare, è stato fondamentale l’apporto dei venditori convenzionati attraverso i quali negli ultimi due anni i finanziamenti auto/moto sono cresciuti del 43%, con un erogato totale nel solo 2016 pari a 18 miliardi di euro. Positive anche le attese legate al giro d’affari per i prossimi mesi, con la metà circa dei venditori che prevede una crescita.”

L’interesse per il settore è ben evidente anche dall’analisi sugli stili di mobilità. L’84% della popolazione si muove durante la settimana: il tempo medio per ogni spostamento è di quasi 1 ora, si effettuano 2,5 tratte al giorno e si percorrono quotidianamente 28,8 kmMa qual è il mezzo più utilizzato? Ben due terzi scelgono l’auto, preferendola nettamente ai mezzi pubblici (indicato solo dal 10,7%) e alla moto (2,9%). Cresce invece la quota di chi preferisce camminare (17,1%) mentre la bici è utilizzata solo dal 3,3% degli italiani*. 

E sul fronte delle innovazioni? In un mercato in continua evoluzione, che ha visto anche l’introduzione di nuovi servizi quali car/scooter sharing e car/scooter poolingl’auto e/o la moto di proprietà permangono come mezzi abituali di trasporto degli italiani. A riprova di questo, anche i riscontri dalla maggior parte dei dealer intervistati (84%) che dichiara di non aver avuto alcun impatto o pressoché minimo nel proprio giro d’affari da questi nuovi servizi, soprattutto per via del limitato sviluppo riferito per lo più alle aree metropolitane.

 L’indagine rivela, inoltre, che ci troviamo di fronte ad un acquirente sempre più evoluto e informato: poco meno della metà dei convenzionati (46%) dichiara, infatti, che i propri clienti mostrano un elevato interesse verso le nuove tecnologie per la gestione da remoto del proprio veicolo – sia esso auto o moto – rendendo il mezzo sempre più connesso e multimediale. Ma non solo: al momento dell’acquisto il 53% della clientela arriva già informata sulla modalità di finanziamento della spesa, scegliendo poi di sottoscrivere un prestito presso lo stesso dealer per la miglior offerta in termini di tasso (56%) e per la praticità della richiesta (41%).

*Fonte dati ISFORT, indagine pubblicata ad aprile 2017 su dati 2016

 

Print Friendly, PDF & Email