Home > DueRuote > Kawasaki Z900RS e Z900RS Café, per emozionare

Kawasaki Z900RS e Z900RS Café, per emozionare

Fusione fra operazione nostalgia e tecniche d’avanguardia dalla Casa giapponese 

Motori360-f1 kaw900rs 11017

Sono moto pensate per emozionare, forse più degli altri prodotti della Casa giapponese, non tanto per le caratteristiche tecniche (motore quattro cilindri in linea da 900 cc con 111 cv sulla Z900 ma con un’erogazione estremamente fluida in virtù di una coppia massima di 98,5 Nm a 6.500 giri/min) quanto per la veste vintage cui si aggiunge un sound del tutto particolare.

Motori360-f2 kaw900rs 11017

Si tratta di un sound progettato proprio per lasciare il segno sia nel cuore del driver e sia in quello di chi ascolta: un concerto che partendo dall’overture (fase della messa in moto con conseguente rombo iniziale) passa alle note provocate dai bassi regimi per poi andare in crescendo, anche se il propulsore offre il meglio di sé nell’equilibrio ai regimi medio bassi.

Motori360-f3 kaw900rs 11017

A questo si aggiungono maggiori leggerezza e rigidità del telaio a traliccio dotato di una forcella rovesciata da φ 41 mm personalizzabile grazie alle sue possibilità di regolazione dello smorzamento in estensione e in compressione; questa caratteristica la rende efficace tanto nella guida più sportiva grazie alla possibilità di impostare e mantenere con precisione la traiettoria voluta quanto ai fini del comfort grazie alla sua capacità di assorbimento anche sui nostri disastrati tracciati urbani.

Da menzionare, ai fini di un minore consumo, anche la differente rapportatura della sesta marcia e la corona di trasmissione finale di minore diametro.

Sotto il profilo estetico, l’operazione nostalgia è perfettamente riuscita grazie al faro tondo a Led con cornice cromata, al design dei cerchi e del serbatoio a goccia bicolore da 17 litri, alla sella trapuntata ed infine al codino ad unghia.

La Z900RS Café

Motori360-f8 kaw900rs 11017

Oltre ai citati equipaggiamenti questa versione è stata equipaggiata con un cupolino diverso da quello della più turistica «RS», da manubrio a piega bassa che comporta una posizione di guida più raccolta, da una diversa finitura del silenziatore e da una sella di foggia differente, il tutto «condito» dalla finitura Vintage Lime Green che si rifà direttamente alle Kawasaki endurance che correvano nei primi anni ’80 del secolo scorso.

Quanto costano

I prezzi di queste due novità sono stati fissati (franco Concessionario) in 11.790 euro per la RS e 12.290 euro per la Café.

 [ Giovanni Notaro ]

Print Friendly, PDF & Email