Home > DueRuote > Superbike: doppietta di Chaz Davies su Ducati al Lausitzring

Superbike: doppietta di Chaz Davies su Ducati al Lausitzring

Strepitosa doppietta di Chaz Davies con la Ducati al Lausitzring, nella prova tedesca del mondiale Superbike. Il 30enne gallese ha piegato per la seconda volta in 24 ore Jonathan Rea e la Kawasaki con una grandissima rimonta dalla terza fila. Terzo posto per Marco Melandri, scattato dalla pole

motori360_chaz_davies_lausitzring_1

Nonostante la retrocessione in mezzo allo schieramento, per la norma «salva spettacolo», Chaz Davies non si è perso d’animo: è partito bene e si è incollato alla scia di Jonathan Rea che, scattando dalla stessa terza fila (ottava posizione), ha tentato il contropiede aggredendo gli avversari nelle prime curve. Il leader del Mondiale, però, non è riuscito a distanziare il rivale più pericoloso.

Al sesto dei 21 passaggi Rea ha preso il comando superando Marco Melandri, fino a quel momento davanti. Tre giri dopo anche Davies si è liberato di Melandri, puntando la Kawasaki numero uno. Tre tornate dopo, con un sorpasso nella parte mista del tracciato, Davies si è sbarazzato di Rea, dopodiché la corsa non ha avuto più niente da dire. Nel finale qualche goccia di pioggia ha creato qualche brivido, ma neanche il temporale in arrivo ha creato grattacapi al ducatista.

motori360_chaz_davies_lausitzring (2)

Per Chaz Davies, si tratta della vittoria numero 26 in carriera, la sesta dell’anno. Rea resta saldamente al comando del Mondiale con 105 punti di margine sulla Ducati, ora che restano solo quattro round e 200 punti da assegnare per Davies probabilmente è troppo tardi però promette: “attaccheremo sempre e nelle otto corse che restano ci toglieremo molte soddisfazioni”.

motori360_davies_lausitzring_chaz-davies-jonathan-rea-marco-melandri

Per Rea il terzo titolo Mondiale è sempre più vicino visto che Tom Sykes è arrivato solo quarto e il suo distacco è salito a 70 punti. Le Kawasaki, a differenza di sabato, sono partite con le stesse gomme medie della Ducati ma non sono andate come sperato, dal momento che – come confermato da Rea – “questo è un tracciato poco adatto alla nostra ZX-R10”. L’altra verdona ha incassato ben 14 secondi da un Davies qui veramente super.

Tornano a casa delusi gli altri, ad eccezione della MV Agusta che piazza il britannico Leon Camier in sesta posizione. Male la Yamaha, che nonostante gli investimenti ingenti non riesce a scuotersi: Alex Lowes è arrivato quinto ad oltre 15 secondi dalla Rossa. Delude l’Aprilia con il settimo posto di Lorenzo Savadori (“Sono partito imbottito di antibiotici per l’ascesso ad un dente”) e Eugene Laverty scivolato senza danni. Male la HondaStefan Bradl è finito solo 13°, più indietro ancora Davide Giugliano che era al debutto sulla CBR-RR e al rientro da in’infortunio.

motori360_chaz_davies_lausitzring

Mondiale dopo 9 round su 13

Piloti:
1. Rea punti 381; 2. Sykes 311; 3. Davies 276; 4. Melandri 218; 5. Lowes A. 169; 6. Fores 146; 7. van der Mark 135; 8. Camier 120; 9. Torres 109; 10. Laverty 95; 11. Savadori 81.

Costruttori:
1. Kawasaki punti 415; 2. Ducati 359; 3. Yamaha 204; 4. Aprilia 133; 5. BMW 132; 6. MV Agusta 120; 7. Honda 84.

 

[ Andrea Tartaglia ]

Print Friendly, PDF & Email