Home > DueRuote > Scooter Sharing: Enjoy lascia, ZigZag rilancia

Scooter Sharing: Enjoy lascia, ZigZag rilancia

Novità nel mondo dei servizi di noleggio a flusso libero dei motoveicoli. Cresce e si diversifica la flotta degli Yamaha Tricity (ZigZag) mentre Enjoy, insoddisfatta dei risultati commerciali, ritira dal servizio i rossi Piaggio MP3

Motori360_Enjoy_Scooter_05

Tutto era cominciato nel luglio 2015, poco meno di due anni orsono, quando Enjoy – la partnership tra ENI, Fiat e FS – già presente nel mondo del car sharing con le inconfondibili Fiat 500 rosse, lanciò la possibilità di utilizzare con le stesse modalità anche gli MP3, i noti scooter a tre ruote della Piaggio dotati del motore monocilindrico da 300 cc. Poco più di un anno dopo ALD Automotive, in collaborazione con Yamaha, introduce un servizio analogo con dei motoveicoli simili nell’impostazione (Yamaha Tricity) benché un po’ più contenuti nelle dimensioni e nella motorizzazione (125 cc) e agili nell’impiego. E mentre la flotta iniziale dei duecento Tricity raggiunge gradualmente le quattrocentocinquanta unità, si verifica una sorta di competizione tra i fruitori dei due servizi: un po’ come è avvenuto, specialmente nelle fasi iniziali, tra le smart bianche e azzurre di Car2Go e le rosse Fiat di Enjoy.

La guerra dello scooter sharing

Sono trascorsi due anni da allora. E superata la diffidenza iniziale, anche gli scooter in sharing fanno ormai parte dello scenario del traffico di Roma, unica città dove entrambi i servizi sono attivi, garantendo una valida alternativa alla cittadinanza per gli spostamenti del cosiddetto «ultimo miglio» e, per le Amministrazioni locali, la riduzione del traffico privato, come richiesto dai modelli di mobilità emergenti nelle città italiane ed europee.

La notizia è che da un lato, tuttavia, malgrado i continui sforzi di Enjoy per migliorare il servizio e renderlo più semplice agli utilizzatori, i risultati commerciali del noleggio degli MP3 sono stati inferiori alle attese.

Motori360_EnjoyScooter_01

A Enjoy non è quindi rimasto che chiudere, a partire dal prossimo 1° luglio, questa area di business. Gli MP3 verranno così restituiti alla società di leasing, e prevedibilmente immessi nel mercato dell’usato mentre Enjoy, nel suo comunicato ufficiale, conferma la sua continuità nella sperimentazione mirata a voler «cogliere nuove opportunità legate alla mobilità sostenibile». Con un breve, simpatico e incisivo video

Enjoy non ha mancato di ringraziare chi ha avuto fiducia in loro e la clientela annunciando, nel contempo, che la partnership si concentrerà sull’offerta automobilistica, e che saranno sempre più Fiat 500 a disposizione.

…e ZigZag rimase solo

E ZigZag? Forte di rimanere presto, a partire dal 1° luglio, l’unico servizio di scooter sharing con veicoli tradizionali (gli altri concorrenti, come eCooltra, operano con scooter elettrici) ha annunciato – proprio a ridosso della decisione di Enjoy di abbandonare il campo: è il mercato, bellezza – l’espansione dei propri servizi.

Motori360_ZigZag_02

Dalla primavera del 2018 sarà infatti possibile noleggiare gli scooter a tre ruote della Yamaha anche a Milano, mentre a Roma il servizio si consolida con nuove proposte per una clientela sempre più numerosa, ed esigente.

“Yamaha Motor ha creduto e continua a credere fortemente al progetto di sharing, mirato alle mutabili esigenze delle persone non solo in termini di prodotti, ma anche di possesso” ha commentato Andrea Colombi, Country Manager di Yamaha Motor Italia. “Abbiamo deciso di sostenere Zig Zag Scooter Sharing in questo ulteriore sforzo di potenziamento del servizio, per dare la possibilità a tutti di spostarsi in città in maniera rapida e smart. Questa soluzione di mobilità si sposa perfettamente con la filosofia con cui Tricity, oggi leader nel mercato delle tre ruote, e disponibile nelle cilindrate 125 e 155, è stato pensato: intuitivo, agile e con un livello di confidenza di guida unico, davvero per tutti. Anche per i neofiti”.

Motori360_ZigZag_01

Nuove proposte

Per essere sempre più accattivante, e continuare a conquistare clienti anche tra chi, in vita sua, non è mai salito su un mezzo a due ruote, ZigZag ha deciso di premiare i clienti migliori: ogni mese, ai primi 30 utenti, viene regalato un noleggio con 30 minuti gratis, del quale si potrà usufruire in ogni momento. Partirà invece a luglio un contest, che vedrà in palio crediti per l’utilizzo, basato su una formula semplicissima: più noleggi si fanno, più crediti si accumulano e più minuti di servizio si vincono.

Motori360_ZigZag_04

A Roma Zig Zag Scooter Sharing ha siglato, recentemente, anche diverse collaborazioni con i principali poli universitari: gli studenti di Uniroma3 e LUMSA, per esempio, hanno infatti diritto a uno sconto pari a circa il 30% della tariffa standard.

Come funziona?

 

Motori360_ZigZag_06

Disponibile per chiunque sia in possesso della patente italiana A o B, e per gli stranieri che arrivano a Roma e hanno un titolo di guida rilasciato da Austria, Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Russia, Spagna, Svizzera e USA, Zig Zag Scooter Sharing si basa su una procedura semplice e intuitiva.

Motori360_ZigZag_03

Per fruire del servizio è sufficiente registrarsi gratuitamente sul sito www.zigzagsharing.com o tramite la App, disponibile per Android e IOS. Dopo aver prenotato lo scooter più vicino alla propria posizione e averlo raggiunto, si inserisce un PIN che sblocca la sella, sotto la quale si possono prelevare sia il casco, che il sottocasco igienico e monouso. Ogni mezzo è dotato di due caschi.

[ Alessandro Ferri ]

Print Friendly, PDF & Email