Home > DueRuote > MotoGP Austin: Vinales scivola, Marquez vince, Rossi torna in vetta al mondiale

MotoGP Austin: Vinales scivola, Marquez vince, Rossi torna in vetta al mondiale

Marquez fa sue pole e gara mentre la Honda piazza 3 moto nei primi 4 posti e Valentino agguanta la seconda posizione

Motori360_honda austin 1

Marquez porta a cinque i suoi successi sul circuito forse più amato ma soprattutto fa riassaporare alla Honda il piacere del successo.

Con il suo secondo posto il binomio Rossi/Yamaha ha però rotto le uova nel paniere del Costruttore giapponese che sperava in un bel uno-due grazie al nuovamente efficace Dani Pedrosa; il weekend di Valentino è tutto sommato da incorniciare e per l’ennesima manifestazione di carattere e perché con i punti incamerati ad Austin ora è leader della classifica e questo – va detto – anche grazie alla scivolata di Vinales al terzo giro.

Da sottolineare il duello fra i due compagni del Team Honda: Pedrosa, che ha condotto le danze seguito a ruota da Marquez, non ha resistito prima alla grinta del suo compagno-avversario a causa del progressivo degrado delle sue gomme, di cui anche Rossi ha saputo trarre vantaggio, superandolo a soli tre giri dal termine.

A 8 secondi Crutchlow e Zarco mentre le Ducati di Dovizioso e Lorenzo hanno concluso al sesto posto e nono mentre Lorenzo con la settima ed ottava posizione occupate rispettivamente a Iannone e da Petrucci: una situazione che non corrisponde alle aspettative ed alle ambizioni espresse dal management della Casa italiana in occasione della presentazione della squadra.

Nuovo appuntamento tra due settimane in Spagna terra natale di Marquez, Vinales e Pedrosa, ma Rossi non starà a guardare…

Le dichiarazioni dal podio

Marc Marquez: “L’inizio non è stato semplice, Pedrosa era molto veloce, ma ho tenuto la calma: avevo la gomma dura e un po’ di chattering, quindi ho aspettato che il rendimento degli altri calasse. Ho spinto per passare Dani e quando ho avuto pista libera ho allungato e gestito. Era importante vincere qui, ma arrivando dopo la caduta dell’Argentina ancora di più. Ora nel mondiale siamo tutti vicini e sono contento perché passo dopo passo miglioriamo. Cos’ha questa pista di speciale? Non so, forse tante curve a sinistra che mi piacciono molto“.

Valentino Rossi: “È stato un GP difficile, ma sono riuscito a stare vicino alle Honda ed ero lì: in alcuni punti noi eravamo forti e speravo di riprendere Pedrosa nel finale. Ci sono riuscito e questo è un grande risultato, il mio migliore ad Austin, e quello che mi porta in testa al mondiale: bello essere in vetta, una sorpresa per molti, anche per me. Pretattica? Non proprio: Marquez era il più veloce, Vinales è caduto e me la sono giocata con Pedrosa. Alla fine ne avevo di più: questa moto necessita di un po’ di tempo per essere capita, ma ha un grandissimo potenziale e soprattutto è molto efficace con le gomme usate, cosa che mi consente di essere sempre veloce alla fine, mentre quella dell’anno scorso era molto veloce in prova e con le gomme nuove. La penalizzazione? Non mi hanno esposto il cartello, ma non c’era bisogno. Ora ci godiamo il momento, ma Marquez e Vinales sono davvero forti…“.

Dani Pedrosa:Abbiamo fatto dei progressi, questo è un buon risultato e anche su una pista molto fisica che non mi piace tanto. Sono contento, ho fatto un bel via, ho avuto pista libera, ho cercato di reggere con Marquez, ma lui ne aveva di più e alla fine ho provato a reggere al ritorno di Rossi, ma non ci sono riuscito. Peccato aver perso il 2° posto, ma la prestazione è stata buona“.

[ Gianni Heidelberg ]

I primi 10

1.Marc Marquez – Honda (Honda) – 21 giri 43’58″770

  1. Valentino Rossi – Yamaha (Yamaha) – 3″069
  2. Dani Pedrosa – Honda (Honda) – 5″112
  3. Cal Crutchlow – LCR (Honda) – 7″638
  4. Johann Zarco – Tech 3 (Yamaha) – 7″957
  5. Andrea Dovizioso – Ducati (Ducati) – 14″058
  6. Andrea Iannone – Suzuki (Suzuki) – 15″491
  7. Danilo Petrucci – Pramac (Ducati) – 16″772
  8. Jorge Lorenzo – Ducati (Ducati) – 17″979
  9. Jack Miller – Marc VDS (Honda) – 18″494

 

Classifica campionato

1.Rossi 56 punti;

2.Vinales 50;

3.Marquez 38;

4.Dovizioso 30;

5.Crutchlow 29;

6.Pedrosa 27;

7.Zarco 22;

8.Folger 21;

9.Redding 21;

10.Miller 21

 

Print Friendly, PDF & Email