Home > Cielo > Aeronautica > Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

DJI e Peugeot, main sponsor della prima edizione del Festival che ha visto la partecipazione di 192 esperti piloti di droni con evidenti capacità di ripresa video e regia provenienti da 11 Paesi del mondo

Motori360Peugeot-Drone-Film-Festival2016-02 Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

Nella prestigiosa e suggestiva cornice del Toscana Resort Castelfalfi si sono svolte le quattro giornate conclusive della prima edizione del Peugeot Drone Film Festival. Al concorso hanno partecipato 192 esperti piloti di droni con evidenti capacità di ripresa video e regia provenienti da 11 Paesi del mondo, che hanno realizzato emozionanti filmati (cortometraggi) che solo questo innovativo strumento di ripresa può dare.

A questa entusiasmante finale hanno partecipato gli 8 finalisti, tra i quali 3 italiani, selezionati da una giuria composta da Gernot Roll, definito dal quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung «Il genio silenzioso dietro la camera» e vincitore per 6 volte del «Grimme Award», prestigioso premio indetto dalla televisione tedesca e le attrici Marie Baumer, anche con la funzione di direttore artistico e Lavinia Wilson.

Arianna Errigo testimonial d’eccezione

Nelle giornate che hanno preceduto la premiazione, i finalisti e gli ospiti, insieme alla testimonial dell’evento, la pluricampionessa e olimpionica di fioretto Arianna Errigo, hanno avuto modo di vedere le ultime novità di DJI, produttore cinese leader mondiale nella produzione di droni.

Negli interessanti workshops organizzati sui green del Golf Club del Toscana Resort Castelfalfi i piloti DJI hanno illustrato e dimostrato le potenzialità dei droni professionali Inspire 1 e 2 e le nuove funzionalità del drone hobbistico Phantom 4, come l’Active Track e il Tap Fly che consentono seguire nelle riprese il soggetto inquadrato, ma anche l’impostazione Live View per smartphone o tablet.

Un drone per tutti

Il modello che più di tutti catturato l’interesse è stato senz’altro il nuovo Mavic, finalmente un drone tascabile con le sue misure di 198 mm di lunghezza, 83 mm di larghezza e altrettanti di altezza per un peso di soli 730 g e 27 minuti di volo fino ad una velocità massima di 65 km/h è lo strumento ideale per gli appassionati di riprese video.

Motori360Peugeot-Drone-Film-Festival2016-12 Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

Ma per tutti vale la raccomandazione di attenersi a quanto stabilito dalla legge vigente e dalla normativa dell’ENAC riguardo il pilotaggio dei droni che vengono equiparati a velivoli con pilotaggio remoto. Tra le norme da seguire scrupolosamente per un uso hobbistico, cioè quando non necessita di brevetto di pilotaggio: limitare la quota di volo a 70 metri e non volare sopra un agglomerato di persone (spiagge, concerti, ecc.) o abitazioni private.

Peugeot 3008 e Traveller per svago e lavoro

Come partner dell’evento, Peugeot Germania ha messo a disposizione il nuovo SUV 3008 che ha visto il suo debutto al recente Salone di Parigi, per individuali test drive nella vasta proprietà di 1.100 ettari del Toscana Resort Castelfalfi, l’antico borgo toscano completamente ristrutturato dal tour operator tedesco TUI.

Motori360Peugeot-Drone-Film-Festival2016-15 Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

Nel corso della serata conclusiva del Peugeot Drone Film Festival, dopo la proiezione dei cortometraggi finalisti, l’attrice Lavinia Wilson ha premiato il vincitore Oliver Scholz, con il suo video «Unendlich» (Infinito) ha esaltato le emozioni di una salita in vetta con gli sci.

Motori360Peugeot-Drone-Film-Festival2016-16 Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

Alettanti i premi offerti dai main sponsor Peugeot Deutschland e DJI: 2 Traveller Peugeot a disposizione per 6 settimane, incluse le spese di servizio; 1 drone DJI con attrezzatura; un budget di 5.000 euro per realizzare un nuovo video.

Gli italiani tra i migliori

Motori360Peugeot-Drone-Film-Festival2016-17 Peugeot Drone Film Festival a Castelfalfi

Molto applauditi anche gli italiani, Andrea Vallone con il suo video «Geometria d’Immagine», Andrea Gallo con «Faster» e Fabio Papalettera con l’emozionante «Dolomites Instinct» che esalta la scalata a mani nude del mitico «Campanile» nelle Dolomiti friulane, una guglia di roccia alta 2.173 m, conosciuta come «Urlo di Pietra», con una adrenalinica discesa in base jumping da parte dell’alpinista Marco Milanese.

[ Paolo Pauletta ]